Prevenzione dei problemi legati al consumo di canapa - Fatti e cifre - dipendenzesvizzera.ch
 
 

Prevenzione dei problemi legati al consumo di canapa

Informazione e intervento precoce

Un'appropriata informazione sui rischi associati al consumo di cannabis è un'importante misura di prevenzione, così come  l'identificazione precoce delle forme di consumo problematiche. È importante trovare degli approcci individuali basati sul dialogo e sulla consulenza in un modello d'intervento precoce. Le istituzioni specializzate nell'ambito dell'adolescenza e delle dipendenze possono supportare i genitori e i giovani.

La prevenzione deve rivolgersi anche ai consumatori affinché assumano meno rischi possibili. I messaggi importanti sono i seguenti:

  • Astensione dal consumo in caso di disturbi psichici.
  • Nessun consumo in situazioni che necessitano concentrazione e attenzione.
  • Limitare la frequenza di consumo e i dosaggi, al fine di ridurre il rischio di dipendenza.
  • Non mischiare la canapa con altre droghe che ne potrebbero attenuare o amplificare l'effetto o anche avere imprevedibili conseguenze.
  • Consumare preferibilmente della canapa di cui si conosce la qualità.
  • Attenzione ai sovradosaggi, in particolare quando la canapa è assunta per via orale, poiché il suo effetto è ritardato.

Alcune persone che vorrebbero ridurre o smettere di consumare canapa riescono a farcelo da sole. È possibile ottenere aiuto presso i servizi per le dipendenze o su Internet attraverso i portali di consulenza online. I colloqui motivazionali e le terapie incentrate sulla persona sono gli approcci terapeutici più utilizzati.

Riassunto prevenzione

La prevenzione dalle dipendenze non consiste nel vietare l'uso di sostanze o determinati comportamenti, ma piuttosto nel prevenire o ridurre le conseguenze di alcuni di questi. A seconda del gruppo target, questo significa:

  • impedire o ritardare l'ingresso all'uso di sostanze che creano dipendenza o di comportamenti problematici
  • promuovere l'apprendimento di una gestione responsabile e controllata di alcune sostanze e comportamenti (ad esempio gioco d'azzardo o videogiochi)
  • limitare gli effetti negativi del consumo o di alcuni comportamenti sugli individui e sulla società (riduzione dei rischi)

La prevenzione può essere strutturale o comportamentale. Idealmente, questi due livelli si completano e si rafforzano a vicenda.

Prevenzione strutturale

La prevenzione strutturale, detta anche approccio contestuale, mira a cambiare l'ambiente. Ciò può assumere la forma di misure legislative o regolamentari (ad esempio, politiche dei prezzi, divieti di vendita, restrizioni alla pubblicità, ecc.), come anche del miglioramento delle condizioni sociali (posto di lavoro e alloggi favorevoli per la salute, ecc.).

Prevenzione comportamentale

L'obiettivo della prevenzione comportamentale è quello di sostenere e incoraggiare gli individui ad adottare un uso responsabile delle sostanze psicoattive e dei comportamenti che causano potenzialmente dipendenza. Ciò si riflette nella promozione delle competenze psicosociali e delle competenze di consumo. La prevenzione inizia nella prima infanzia, in famiglia e tocca tutte le fasi della vita.

In termini di prevenzione comportamentale, spesso si distingue tra prevenzione universale, selettiva e indicata. Si tratta di tipi di prevenzione che si rivolgono a gruppi di persone con comportamenti aventi livelli di rischio più o meno elevati.

Per saperne di più

Ultimo aggiornamento: 22.07.2020
Top
.hausformat | Webdesign, Typo3, 3D Animation, Video, Game, Print